GRANDI GARE E TANTE SORPRESE NELLE FINALI DEL 33° TROFEO ANDREA MARGUTTI

03_kz2_start_palomba_fmp_2326wSi aggiudicano la 33ma edizione del Trofeo Andrea Margutti in KZ2 Giuseppe Palomba, nella OK-Junior Mark Dubnitski, nella MINI Dries Van Langendonck, nella X30 Junior Riccardo Cirelli, nella X30 Senior Danny Carenini.

Lonato del Garda, 3 aprile 2022. Non sono davvero mancate le sorprese nella imprevedibile fase finale del 33° Trofeo Andrea Margutti, quando il meteo variabile al South Garda Karting di Lonato ci ha voluto mettere lo “zampino” con uno scroscio di pioggia e rendere più difficile il percorso ai candidati alla vittoria nelle 5 categorie della manifestazione di KZ2, OKJ, MINI, X30 Junior e X30 Senior.  

Questa 33ma edizione organizzata da Parma Motorsport nell’evento internazionale in ricordo della giovane promessa Andrea Margutti, è stata davvero ricca di suspense fino alla fine, caratterizzata dal nuovo record di iscritti, 292 piloti provenienti da ben 43 paesi, che hanno regalato spettacolo fino alla fase conclusiva di domenica, complice la pioggia che è iniziata a cadere poco prima dell’inizio delle finali allargando ulteriormente la platea dei possibili vincitori.

In KZ2 scatto vincente di Giuseppe Palomba.

Fra i 69 piloti in KZ2, dopo la pole position di Massimo Dante (SGRace/TM Racing-Vega) e le manches eliminatorie andate a Matteo Zanchi (Zanchi Motorsport/BirelART-TM Racing), in Prefinale era stato il campione europeo Riccardo Longhi (BirelART/BirelART-TM Racing) a imporsi, inseguito dal compagno di colori Giuseppe Palomba in gara con LG Motorsport. Nella finale, con l’asfalto bagnato per la pioggia, è stato invece Palomba a involarsi subito verso la vittoria con un perfetto scatto al via che gli ha permesso di mantenere la testa della gara fino a tagliare il traguardo in prima posizione, pressato fino alla fine da Longhi. Staccati tutti gli altri, a oltre 11 secondi Marco Tormen (Tormen/Parolin-TM Racing) che si è piazzato terzo, Danilo Albanese (KR Motorsport/KR-Iame) ha concluso quarto, il romeno Daniel Vasile (DR/DR-Modena) quinto.

Finale KZ2:

  1. Giuseppe Palomba (ITA)
  2. Riccardo Longhi (ITA)
  3. Marco Tormen (ITA)

Nella OKJ l’estone Mark Dubnitski soprende sul bagnato.

Nella OKJ il predestinato alla vittoria si era rivelato il cinese Zhenrui Chi (Beyond Racing Team/KR-TM Racing-Vega), che già in prova si era dimostrato molto veloce con il secondo miglior tempo a 23 millesimi di secondo dal lituano Markas Silkunas (Gamoto/Tony Kart-TM Racing). Il pilota cinese si è rivelato poi assoluto dominatore nelle manches e in Prefinale, dove si era imposto sul giapponese Shimo Zhang (Team Driver/KR-Iame) e sull’estone Mark Dubnitski (Aqva Racing/KR-TM Racing). In finale invece, con l’asfalto bagnato, Zhenrui Chi ha perso quasi da subito posizioni, mentre a proprio agio si rivela l’estone Mark Dubnitski, andato ben presto in testa fino ad aggiudicarsi la gara, con l’austriaco Nando Weixelbaumer (Team Driver/KR-Iame) balzato in seconda posizione e il ceco Jakub Kamenik (Hagemann Racing/Exprit-TM Racing) in terza. Il romeno Dinu Sabin Stroescu (Gulstar Racing/KR-Iame) ha concluso quarto sopravanzando il danese Philip Engbak (HK Motorsport/KR-Iame) quinto per una penalizzazione di 5 secondi.

Finale OKJ:

  1. Mark Dubnitski (EST)
  2. Nando Weixelbaumer (AUT)
  3. Jakub Kamenik (CZE)

Nella MINI gran vittoria finale di Dries Van Langendonck.

Una serie di stravolgimenti hanno caratterizzato anche la MINI, al via con ben 97 piloti. Molti i pretendenti alla vittoria, già in risalto in prova e nelle manches dove in prima posizione si era portato l’italiano Iacopo Martinese (BabyRace/Parolin-Iame-Vega). A imporsi in Prefinale era stato il brasiliano Augustus Toniolo (Team Driver/KR-Iame), ma in Finale riusce a prendere il sopravvento il belga Dries Van Langendonck (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing), che passa in testa a metà gara e va a vincere rilevando dal comando il compagno di squadra, lo spagnolo Christian Costoya, che termina secondo. Terzo sul podio conclude Iacopo Martinese, davanti allo svedese Scott Lindblom (Gamoto/EKS-TM Racing) artefice di una buona rimonta, e al poleman in prova, l’olandese Dean Hoogendoorn (Alonso Kart by Kidix/Alonso Kart-Iame).

Finale MINI:

  1. Dries Van Langendonck (BEL)
  2. Christian Costoya (ESP)
  3. Iacopo Martinese (ITA)

Nella X30 Junior vince Riccardo Cirelli.

Fra i giovani della X30 Junior sale subito in cattedra Antonio Apicella (Team Driver/KR-Iame-Komet), che si aggiudica la pole position in prova e poi domina le manches e anche la Prefinale. Sull’asfalto bagnato della Finale Apicella però perde subito posizioni, al comando passa Riccardo Cirelli (Autoeuropeo/Tony Kart-Iame), ma pronto a prendere le redini della gara è Giacomo Maman (TB Kart/TB Kart-Iame), che puntualmente concretizza già a un terzo di gara. Quando ormai sembra che la finale sia saldamente nelle mani di Maman, a due giri dal termine arriva il colpo di scena, con Manan fermo per la rottura della catena. La testa della corsa ripassa a Riccardo Cirelli, che conclude con la vittoria davanti a Riccardo Ferrari (Zanchi Motorsport/Tony Kart-Iame) e allo svedese Vilmer Svahn (AD Motorsport/Energy-Iame). Antonio Apicella si deve accontentare del quarto posto, quinto si piazza David Dragan (Gulstar Racing/KR-Iame).

Finale X30 Junior:

  1. Riccardo Cirelli (ITA)
  2. Riccardo Ferrari (ITA)
  3. Vilmer Svahn (SWE) 

Nella X30 Senior Danny Carenini conquista il Trofeo.

Diversi i protagonisti anche nella X30 Senior, unica categoria che si disputa su asfalto ormai asciutto a conclusione della manifestazione. All’inizio in evidenza in prova si sono posti Cristian Comanducci (PRK/Tony Kart-Iame-Komet) e Manuel Scognamiglio  (Gamoto/Tony Kart-Iame). Nelle manches è salito alla ribalta Giulio Olivieri (Gold Kart/Righetti Ridolfi-Iame), ma in crescita dopo il sesto posto in prova si rivela il campione italiano Danny Carenini (Team Driver/KR-Iame), che ottiene la vittoria sull’asfalto bagnato della Prefinale davanti a Edoardo Ludovico Villa (TB Kart/TB Kart-Iame). Nella Finale si sviluppa una gran lotta per la prima posizione con diversi capovolgimenti in testa, su tutti prevale il cinese Yuanpu Cui (Beyond Racing Team/KR-Iame) autore di una gran rimonta, ma una penalizzazione di 5 secondi per la posizione non corretta dello spoiler anteriore, lo fa retrocedere dal primo al quarto posto. La vittoria va quindi a Danny Carenini, che si era portato in testa a metà gara per poi inserirsi alle spalle del pilota cinese. In seconda posizione si classifica Andrea Barbieri (TB Kart Racing Team/TB Kart-Iame), terzo è Sebastiano Pavan (Team Driver/KR-Iame), quinto Cristian Comanducci.

Finale X30 Senior:

  1. Danny Carenini (ITA)
  2. Andrea Barbieri (ITA)
  3. Sebastiano Pavan (ITA)

Tutti i risultati www.trofeomargutti.com.

Ufficio Stampa
Parma Motorsport Ssd
3.04.2022

Allegati | Attachments

Condividi | Share this